Odontoiatria conservativa ed Endodonzia

L’odontoiatria conservativa si occupa della cura dei denti interessati da carie, delle procedure per l’eliminazione della carie e di quelle relative alla chiusura delle cavità risultanti dall’eliminazione dello smalto e della dentina cariata.
Odontoiatria conservativa

Odontoiatria conservativa

Certamente la miglior cura per la prevenzione di problemi dentali è il mantenimento di una corretta igiene orale

Tuttavia, non sempre la cura personale può evitare la formazione di carie: il controllo periodico dal dentista è indispensabile per coglierne la fase iniziale e anticipare lesioni più gravi.

È l’odontoiatria conservativa ad occuparsi del ripristino di lesioni cariose, di ricostruzioni estetiche dirette con compositi e del restauro di qualsiasi lesione della dentina e/o dello smalto dei denti attraverso delle tecniche molto poco invasive: infatti, grazie alla moderna sostituzione dell’amalgama d’argento con i compositi, non è più necessaria una preparazione estesa.

Endodonzia

L’endodonzia, invece, si occupa della diagnosi e della terapia di tutte quelle condizioni (incluse le lesioni cariose) che interessano la polpa del dente, contenente anche fibre nervose.

In questo caso, è necessario procedere al trattamento endodontico (detto anche devitalizzazione o canalizzazione) e, quindi, all’asportazione della polpa, seguita dalla disinfezione e dalla sigillatura delle aree dove questa era presente, per evitare che si formi una nuova infezione.

È possibile, inoltre, ricorrere a questo trattamento quando l’elemento dentario deve essere coinvolto in riabilitazioni protesiche dato che, a causa della notevole riduzione di tessuto dentale stesso, potrebbe verificarsi un’alterazione pulpare irreversibile.

Endodonzia

I nostri trattamenti

Torna su